Giulia ha 17 anni, vive in una casa popolare di 39 metri quadri a sud ovest di Milano.
Sono in 5 in casa. La mamma che fa le pulizie in un albergo per 2,5 € a stanza, il padre che per il suo passato di ex
detenuto fatica a trovar lavoro e si arrangia con piccoli lavoretti al limite della legalità. E poi ci sono i due fratellini
più piccoli di 13 e 11 anni di cui spesso Giulia si deve prendere cura. Ha ancora negli occhi i primi mesi di prima
media, la voglia di una vita diversa e il sogno di diventare giornalista. Ma arrivano le prime note per i compiti non
fatti. È l’inizio di una serie di insufficienze gravi. I pochi soldi a disposizione vengono spesi per mangiare, la bolletta
scaduta da due mesi e l’affitto. Per comprare i libri e il materiale scolastico non resta niente.
Oggi è la quarta volta che viene bocciata, per il suo bene dicono.
È lì sola sulla panchina del parchetto davanti a casa, un ultimo tiro per non pensare a una vita che non ha scelto; lascerà la scuola e nessuno pagherà mai per quell’adolescenza rubata.

Per dare delle risposte alle tante Giulia che incontriamo ogni giorno e dare la possibilità di un riscatto sociale Fondazione Condividere in collaborazione con il Cde Creta, centro di aggregazione giovanile di Azione Solidale, promuovono NE HO DIRITTO! – Fondo per il Diritto allo Studio.
Alcune famiglie con cui lavoriamo, nei quartieri popolari del sud-ovest milanese, sono in precarie condizioni economiche e faticano a garantire ai figli anche le necessità di base. Con il banco alimentare diamo alle famiglie un pacco di cibo una volta al mese, ma non basta. Ad alcuni ragazzi mancano i libri di scuola e il materiale scolastico, l’accesso a proposte culturali, sociali e sportive che possano contribuire alla formazione personale di ogni individuo. Crediamo che il Diritto ad una vita dignitosa e allo studio debba essere garantito a tutti, ma purtroppo non sempre è così. Solo attraverso un percorso educativo e scolastico e con la prospettiva di un futuro lavoro, i giovani avranno la possibilità di riscattarsi ed avere condizioni di vita più dignitose. Abbiamo quindi pensato di istituire NE HO DIRITTO! – Fondo per il Diritto allo Studio al quale attingere per rispondere alle condizioni di precarietà ed emergenza che ogni giorno incontriamo in quartiere.

Con l’obiettivo di contrastare le condizioni di degrado sociale culturale ed economico che caratterizzano i nostri quartieri popolari e nello specifico combattere la dispersione e l’abbandono scolastico nasce NE HO DIRITTO! – Fondo per il Diritto allo Studio che garantirà ai giovani e alle loro famiglie un sostegno economico – a fondo perduto o come anticipo spese – per l’acquisto di
libri, quaderni, materiale scolastico, copertura di quote d’iscrizione a laboratori, attività sportive, uscite didattiche e proposte formative per garantire l’accesso ai percorsi di formazione scolastica. I giovani che usufruiranno del contributo saranno seguiti inoltre nel percorso di Doposcuola e di sostegno al percorso scolastico.

L’adesione al fondo è vincolato alla sottoscrizione di un patto educativo nel quale vengono esplicitati gli obiettivi e l’impegno preso dai soggetti coinvolti (tutor di Azione Solidale, giovane e adulto di riferimento).
L’impegno di Fondazione Condividere nel dare avvio a NE HO DIRITTO! – Fondo per il Diritto allo Studio garantendo le risorse economiche per il primo anno da la possibilità di avviare un percorso per coinvolgere famiglie del quartiere e aziende attente agli interventi sociali con l’obiettivo di dare continuità negli anni successivi al sostegno del Fondo per il Diritto allo Studio
attivando “un’adozione di prossimità”.

I beneficiari diretti sono i ragazzi dagli 11 ai 25 anni e le loro famiglie.
Si ipotizza un intervento che raggiunga nel primo anno 30 giovani e le rispettive famiglie.
Inoltre il quartiere e le scuole coinvolte sono beneficiari indiretti del Fondo perchè questo tipo di intervento aumenta il benessere e la coesione sociale oltre a garantire una condizione più serena nello studio e migliori risultati scolastici.

Per sostenere NE HO DIRITTO! – Fondo per il Diritto allo Studio è possibile inviare una donazione ad Azione Solidale:

Banca Popolare di Milano Ag. 587 Milano – IBAN
IT83T0558401722000000001351